Benvenuti,

sono il Soprano d’Arti Silvia Colombini, il 7 dicembre 2017 ho partecipato come spettatrice alla Prima del Teatro alla Scala, mostrando la scritta: “RINASCI DALLA DIGNITÀ”, dipinta sul mio decolté dall'artista Tiziano Colombo.
Indossavo l’abito “Rinascita” dello stilista milanese Pierre Prandini.

“Rinasci dalla dignità”, voleva essere un tocco di poesia personale, un messaggio delicato e dedicato alle donne, da parte di una donna, perché: “L’Amore vero non toglie mai dignità!”. Abito e scritta erano di un colore rosso vivo, rosso come il sangue in cui portiamo scritta in modo indelebile la nostra dignità. Ho scelto la serata della Scala perché si rappresentava Andrea Chénier, un’opera che parla di rivoluzione francese (con i suoi valori di Liberté, Égalité, Fraternité); in scena si assiste a un tentativo di stupro, ma nel finale si celebra il trionfo dell’amore assoluto. La scritta era dipinta sulla mia pelle con la delicatezza di una piuma, ma inaspettatamente ha avuto la forza e la velocità di una sassata ben assestata che è riuscita a generare un’onda mediatica e un impatto dirompente a livello sociale. Il messaggio è stato riportato su tutti i giornali e da molti media, acquisendo via via anche significati nuovi. In un mondo di superficialità, di provocazioni gridate e messaggi altisonanti, ha vinto la forza di tre semplici parole... la forza di quando si ha realmente qualcosa da dire.

Una donna dovrebbe chiedersi se, nella sua relazione sentimentale, la sua dignità sia integra, minacciata, diminuita o addirittura schiacciata. Si parla continuamente di violenza sulle donne (io stessa, come cantante, ho spesso dato la mia voce a questa causa), ma non si parla mai abbastanza della condizione prima che permette il suo divampare: la debolezza e la manipolazione psicologica che intaccano la dignità, ossia lo scudo stesso contro ogni forma di prevaricazione. Diminuiscono così difese psicologiche (e anche fisiche!) di reazione, e in questo modo ci si offre letteralmente al demone della violenza.

La peculiarità della mia frase è anche quella di avere tanti livelli di significato, tanti sotto-messaggi. “Rinasci” diventa così non solo atto di prevenzione della violenza, ma anche gesto di soccorso verso le donne che ormai ne sono vittime; per loro il mio messaggio è: “Nessuno potrà mai privarti del tutto della dignità, percepisci dunque quel seme sano che hai ancora dentro, riparti da lì, reagisci e rinasci dalla dignità e alla dignità!” In fine, il messaggio diventa addirittura monito ai violenti: anche loro dovrebbero chiedersi: “Dov'è la mia dignità di essere umano, se con le mie azioni tolgo la dignità altrui?”

Rinasci dalla dignità è un messaggio che chiede di andare avanti, un’onda che non vuole fermarsi e che vuole ancora allargare i suoi significati, per diventare una profonda riflessione sulla dignità umana. Ecco, ho lanciato il sasso ma vi offro la mano per invitarvi a inviarmi messaggi, riflessioni, foto, poesie, creazioni artistiche e qualsiasi altra forma di espressione per riflettere sul valore della dignità. Tutto questo non diventerà un movimento, né una onlus, ma solo Pensiero che crea altro pensiero e nulla più. Aiutatemi ad ingrossare con acqua nuova quest’onda, perché se questa riuscirà a risollevare alla dignità anche un solo naufrago, il nostro contributo comune avrà auto un senso profondo.

Ho deciso di tenere attivo questo sito e le pagine ad esso associate, solo 6 mesi, il tempo di sufficiente per fare una “fotografia” di ciò che rappresenta oggi per noi la Dignità.


Come partecipare

E’ possibile partecipare a questa iniziativa secondo una delle seguenti modalità:

  • [Metodo consigliato] pubblicando un post sulla tua pagina facebook o instagram inserendo l’hashtag #RinasciDallaDignità
  • Utilizzando il form presente nella pagina “PARTECIPA”

Le opere più rappresentative verranno condivise sulla pagina Facebook ufficiale www.facebook.com/RinasciDallaDignita e sull’account Instagram @RinasciDallaDignita

Ogni settimana verranno scelte alcune opere e pubblicate in un’apposita sezione di questo sito web.